A fianco del Duomo

Difficile non fermarsi a contemplare la sua bellezza, ma oggi ci proviamo: dirigiamoci a fianco del Duomo, per la precisione sul lato destro.

Fermiamoci subito per un saluto all’edicola Labò: se tornassimo indietro agli anni subito dopo la seconda guerra mondiale, qui avremmo trovato un tavolo ed una valigia. Fernando Labò, invalido di guerra vendeva così i giornali. Il chiosco arrivò in seguito e si posizionò dove ancora lo vediamo oggi: viene seguito da Giampiero, figlio di Fernando, aiutato da moglie e figli.  L’edicola Labò ha ricevuto quest’anno il “titolo” di bottega storica.

Passiamo Palazzo Reale e la solita fila di persone pronte ad ammirare il museo od una delle tante mostre che qui vengono proposte e giriamo la prima a destra proprio di fronte a quella che oggi è l’uscita laterale della nostra Cattedrale. Giusto il tempo di ricorda che no, dall’altra parte del Duomo non c’è più (fatta murare da San Carlo Borromeo per evitare che le persone attraversassero l’interno della chiesa con i carretti per risparmiare tempo) e giriamo in via Palazzo Reale, costeggiando la meravigliosa chiesa di San Gottardo in Corte.

Spicca immediatamente il suo alto campanile, quello che per i milanesi è il campanile del Duomo, anche se appartiene ad un’altra chiesa. Recentemente restaurata, San Gottardo (da non confondersi con quella che si trova nell’omonimo corso) è un piccolo gioiello: l’ingresso principale non esiste più. Al suo posto lo scalone di Palazzo Reale: si entra da quello laterale, con la strana sensazione, appena varcata la porta di non avere di fronte l’altare ma il muro. Sensazione che svanisce subito dopo aver guardato a destra (altare) ed a sinistra (affresco di scuola giottesca una volta alla base del campanile e qui posizionato proprio quando venne chiusa l’entrata).

Appena fuori dalla chiesa, sulla destra, ecco in largo Shuster la bottega storica Tricella, presepi ed articoli religiosi dal 1888. Entrando troverete Giuseppe e Francesca Barbareschi che, con la stessa passione dei loro genitori, portano avanti questa meravigliosa attività.

Pochi metri ed eccoci davanti alla vetrina della Libreria Malavasi: una bottega storica nota per la cura maniacale nella redazione delle schede bibliografiche descrittive è senza ombra di dubbio tra le migliori Librerie Antiquarie.


La pagina Facebook dedicata alle botteghe storiche di Milano: clicca qui

Torna alla pagina principale